"FOLPI D'ITALIA" - Il Folpo - Rivista Mese
 
Home
 

 

Le Rubriche de IL FOLPO

L' ANGOLO DELLA FIDUCIA di Adriano Zin - ex/fiduciario dell' Associazione

Delitto alla Sagra del Folpo 2000


Il cancelliere: Signori...Signori, per favore! Signori del pubblico...silenzio! sta entrando la Corte!

Il giudice: Si alzi l'imputato! dichiari nome, cognome, peso, eta', professione e, alzando la mano destra, ripeta: dichiaro di dire la verità tutta la verità, nient'altro che la verita' ,poi dica LO GIURO!


L'imputato:Il mio nome e' Pesce detto Ciccio, peso 140 kili e sono dottore in enologia applicata. Dichiaro di dire ...ecc... LO GIURO!

Il giudice:Bene! Dr. Ciccio, ...ehm scusi, Pesce: ci racconti cosa successe la sera del 24 ottobre dell'anno 2000, con tutti i  particolari utili per la giuria e ci dica, inoltre, in quale frangente  Lei si trovò a  frequentare la Sagra del Folpo fin dalla prima ora?

Dr Pesce: grazie Signor Presidente della Corte per l'opportunita' che mi concede. Dichiaro che e' nella mia  intenzione raccontare tutto quello che è a mia conoscenza in ordine a quanto successo. Vede, signor Giudice, ci sono delle volte che ti senti apatico appesantito dalle fatiche della vita e la stessa  non ti sorride, la semplice sensazione di peso ti sovrasta. Hai voglia di cambiar vita, di sentirti più libero e leggero, di diventare un leader. Cosa vorresti essere: un calciatore? un generale d'Armata, un pilota di Jet? Pensa che ti penso, penso che ti pensa, due più due fa quattro, più tre fa sette, aggiungi uno fa otto, otto...otto...octo...octopus...ma: si avvicina la fiera del folpo! Quindi pensai, potrei...potrei diventare un SuperFolpo! C'è tanto bisogno di SuerEroi! Ma come? Come fare? Non era poi cosi' facile! Calma, dissi  tra me e me: cerchiamo di pianificare ed iniziamo col darci una mossa: anzi, una supermossa! Vediamo intanto se qualcuno ci ha già pensato, un supereroe che si inventa per secondo non s'è mai visto! Avete mai sentito parlare de l'altro Batman o del Secondo Superman? Diamo una controllatina nella rete, accendo il computer: motore di ricerca, digito folpi. Cosa mi appare? "Benvenuti nell' Associazione "Folpi d'Italia" ludcocosa? Ma chi sono costoro? Navigo freneticamente e mi ritrovo già un SuperFolpo, FOLPOFLASH! Accidenti, mi dico l'hanno pensata prima di me! E a vedere le loro facce si vede che arrivano sempre prima degli altri! Riscruto: ma chi sono? La vena investigativa mi coinvolge: vedo che frequentano con regolarità la Sagra del Folpo di Noventa. Decido sia il caso di unirmi a loro per la difesa del Folpo. Se non puoi vincere, fatteli amici! Poi son sicuro che la mia presenza avrà un peso...

Bene, bene..anzi no! Bene un casso! La sagra dura almeno cinque giorni! Cosa faccio, sverno a Noventa? Poi come farò a  riconoscerli? Magari useranno un nuovo travestimento, i Supereroi stanno al passo con la moda...poi saranno in incognito, non si faranno notare. Saranno li per proteggere e servire il Folpo: l'avranno scritto sulla porta della macchina come i cop americani?

Decido di fare tutti i giorni in fiera aspettando un segno. Aspetto, ho tutto il tempo di farlo, sono libero e anche un po' belloccio, mi colloco in una postazione strategica, conquisto qualche pollastrella...pardon...folpetta e attendo paziente.
Venerdi': nulla! Sabato: nulla! E cosi' domenica e lunedi'. Sconsolato mi consolo arginando la fame che mi assale con folpi, maxenete, bovoeti e ancora folpi. Ho fame, freddo e mi sento tradito: e allora giù ombre e folpi a volontà! Speriamo nel domani!

Arriva martedì, ultimo giorno e ultima occasione: chissà se arriveranno!

Sono fermo dal folparo di Vigonovo e ad un tratto un giovane...anzi, un ex giovane in bella compagnia, urla in modo miserevolmente volgare:
RINAAALDOOO! Rinaldo: semo nialtri, quei dell'associasion del  folpo.

Rinaldo: Ehi tusi! che  piasere, xe un toco che non se vedemo! Ciape' qua magnè i me folpi!

l'ex giovane: RINALDO TE SI EL MEJO FOLPARO IN CIRCOEASSION!

Ma come! Io che di nome faccio Pesce e per similitudine, come logica, dovrei avere un affinita' con i folpari-pesciari,sono qui da cinque giorni e ho consumato almeno trentaquattro chili di folpame vario, mi trovo a non essere cagato da anybody, mentre ti arriva uno scapigliato urlante che dica: Rinaldo e Rinaldo schiatta in "Attenti"?
Che forza, che potenza, che audacia...possono soltanto essere I FOLPI D'ITALIA! Poi questo biondo che urla, che cacchio dice...sono l'ex figaccione...l'ex finocchione...l'ex uguccione...l'ex fiduchecacchiomeso...a dire il vero mi sta un po sui maroni...


Il Presidente:Dr Pesce un po' di ripetto per il tribunale! Moderi i termini!


Dr. Pesce: Scusi signor Presidente! Intendevo dire caldarroste, ma non è così che le chiamiano a padova? Maroni, inteso in senso buono, signor Presidente, non mi rompa...

Il Presidente: Come si permette?

Dr. Pesce: No, non mi rompa il filo del discorso, Signor Presidente, che già non mi capisco più... Allora, cerco di fare amicizia ma questi sono talmente presi dal cazzeggiare che non si accorgono di me. Bestie! Si fanno foto, mangiano, bevono brutalmente, urlano: ma che strani Supereroi! Tra una foto e l'altra cerco di inserirmi e finalmente mi immortalano in un ritratto con l'ex finanziario, o fiduciere, mah! come cacchio si faceva chiamare...vabbè! Ricordo ci fosse anche un barbone che chiamavano Tutù, che magnava, el beveva, el rideva e el ciavava...

Il Presidente: Nel senso che...

Dr. Pesce: ...ma se non mi lascia finire, con tutto il rispetto per la Corte...chiedo scusa per le poche parole dialettali, el ciavava caraffe de vin dai banchetti fin che i paroni vegneva tòrsei indrìo, ovvero prendeva caraffe intere di vino dai banchetti, seppur fosse vietato, finchè i proprietari venivano a riprendersele. Poi c'era na' toseta, mi pare si chiamasse Chiarachiarettafolponafolpetta e anche due maestri non so di cosa, di ginnastica, di organo o di ombre, uno che aveva sempre una mantellina con un folpo e l' altro di RovigoFerraraMantovaMantovanMantovaniRovigotiFerraresi, che finiva sempre con il ripulire il piatto.


Il Pubblico Ministero: Dr. Pesce,le sembravano delle persone normali?

Dr Pesce: direi di no! Mi diedero subito un impressione di grande potenza di spirito...


Il Pubblico Ministero: in che senso?


Dr. Pesce: nel senso che mi sembravano un po' imbriaghi...sentii dire con chiarezza che prima di scendere in strada si erano ripuliti almeno 4 bottiglie di vino bianco sardo fresco. In due... 


Il Pubblico Ministero: e il loro comportamento nei pressi del bancone della folpara Maria, figlia di Loretta, che, a suo dire, "aveva i folpi più buoni della madre, ma non bisognava dirglielo sennò finiva a pappine"?

Dr. Pesce: Fu l'ex finocchiaro ad avere un comportamento strano. Dalla foto agli atti, potrete notare che vicino alla Maria, l'ex giovane aveva le mutande in testa. (foto visibile nella pagina della fiera del folpo2000.n.d.r.) Io non ci vidi più dalla gelosia...


Il Pubblico Ministero: E cosa accadde, Dr Pesce? Ci puo' descrivere a questo punto come avvenne il delitto di cui Lei è accusato?

Dr. Pesce: Decisi che dovevo essere come loro, anzi che dovevo prendere il loro posto, dovevo appropiarmi della loro forza e carisma. Erano amati da tutti i Folpari, Enrico, Rinaldo, La Loretta, La Maria e riuscivano ad ottenere sconti e regalie... NO NON POTEVA ANDARE AVANTI COSI'...afferrai un grande mestolo di alluminio, lercio di malta del folpo e colmo della loro immonda brodaglia e con la forza che scaturisce dal peso dei miei centoquarantaquattrokili (si, perchè nel frattempo mi avevavo fatto ingrassare di quattro kili, i felloni) lo gettai a mò di condimento sui loro corpi e tentai di mangiarli in un sol boccone. Si, non era cannibalismo, per me erano soltanto SUPERFOLPI! E andavano consumati alla fiera...Non so esattamente cosa accadde: mi ritrovai immobilizzato da una strana arma che i SUPERFOLPI fecero schizzare, come l'Uomo Ragno, da sotto gli indumenti. La chiamavano MALTA...a me sembrava qualcos'altro...non so... poi fui arrestato.


Il Pubblico Ministero: Dr. Pesce, lei sa che i Folpi hanno ritirato le accuse, ed hanno deciso di perdonarla senza attendere il giudizio della Corte?

Dr Pesce: DAVVERO? Sapevo che erano dei grand' uomini, oltre che Super Eroi! A mia difesa posso dichiarare che il mio e' stato un raptus assolutamente improvviso ed incontrollabile, forse ero sotto l'influsso letale de la sindrome della FOLPA PAZZA! A questo proposito, signor Giudice, Signori della Corte, se vi avvicinate vi potrei parlare della Sindrome del Leone Gay...

THE END


Ogni riferimento a  persona o cosa  e' assolutamente casuale.

PRESTO ON-LINE

IL NUOVO NUMERO DELLA RIVISTA

VISITATECI !